email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

PRODUZIONE / FINANZIAMENTI Bulgaria / Italia

Pavel G. Vesnakov in post-produzione con il suo secondo lungometraggio, Windless

di 

- Il film esplora il passare del tempo e le conseguenze della memoria attraverso gli occhi di un giovane uomo

Pavel G. Vesnakov in post-produzione con il suo secondo lungometraggio, Windless
Sul set di Windless

Dopo il suo primo lungometraggio, German Lessons [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Pavel G. Vesnakov
scheda film
]
(2020), il regista bulgaro Pavel G Vesnakov è attualmente in post-produzione con Windless (titolo provvisorio), dramma su un giovane che affronta il suo passato. Il progetto è prodotto da Vesela Kazakova con Red Carpet (Bulgaria) e coprodotto da Alessandro Amato e Luigi Chimienti con Disparte (Italia).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

La sceneggiatura, scritta da Vesnakov, Simeon Ventsislavov, Teodora Markova, Nevena Kertova e Georgi Ivanov, è incentrata su Koko (Ognyan Pavlov), un giovane bulgaro che si è rifatto una vita in Spagna. Ritorna nella città di provincia natale della sua famiglia per vendere il vecchio appartamento del suo defunto padre e prendersi cura dei suoi resti. Molti degli edifici della città vengono demoliti per fare spazio a un grande progetto di investimento che coinvolge un casinò, un hotel e un campo da golf, perciò Koko resta ancora qualche giorno per aiutare il suo vecchio amico Matches (Veselin Petrov) a sgomberare alcuni edifici che saranno presto demoliti. Qualcosa scomparirà per sempre quando i lavori saranno finiti.

Il budget del film ammonta a circa 560.000 euro, di cui circa 225.000 provenienti dal Bulgarian National Film Center. Anche il Ministero della Cultura italiano  e Eurimages hanno sostenuto il progetto. Windless è stato girato in poco più di tre settimane nella città di Buhovo, vicino a Sofia. Orlin Ruevski (German Lessons) è il direttore della fotografia. I personaggi secondari sono interpretati da Vasil Binev, Mihail Mutafov, Lidiya Vukova e Anna Bankina.

Vesela Kazakova ha riferito a Cineuropa che Windless avrebbe dovuto essere girato l'anno scorso, ma i cambiamenti nella legge sul cinema bulgaro e le difficoltà incontrate dal Bulgarian National Film Center hanno portato al rinvio delle riprese. “È stato davvero difficile realizzare il film quest'anno con un budget approvato due anni fa. Ma ce l'abbiamo fatta, anche con il grande supporto che abbiamo ricevuto dai nostri co-produttori di Disparte”, spiega Kazakova.

Per quanto riguarda il regista, dice che il suo secondo lungometraggio ha un approccio abbastanza diverso sia rispetto ai suoi cortometraggi che al suo primo lungometraggio. “I miei primi film erano pieni di pessimismo ed energia negativa nei confronti della società in cui viviamo, ma con il passare del tempo sono stato molto più ispirato da autori come Abbas Kiarostami, piuttosto che dai fratelli Dardenne, per esempio. Può esistere una visione poetica della nostra vita quotidiana? [Con Windless] sto cercando di meditare su questa domanda esistenziale”, dice il regista. “Il nostro inizio è con i primi ricordi dei nostri genitori e parenti, ma cosa finisce esattamente con la loro morte? In che modo il passare del tempo influisce sulla nostra percezione della realtà o, meglio, di cose che non abbiamo mai conosciuto? L'inanimato ha ricordi? Questi sono gli argomenti che mi preoccupano molto più di qualsiasi questione sociale", spiega ancora Vesnakov.

L'uscita nazionale di Windless è stata pianificata per ottobre 2023, ma dipende dalle eventuali selezioni ai festival.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy