email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FILM / RECENSIONI Polonia

Recensione: Songs About Love

di 

- Il film d'esordio del regista polacco Tomasz Habowski è tenero e poetico, proprio come dovrebbe essere ogni canzone d'amore

Recensione: Songs About Love
Justyna Święs in Songs About Love

Songs About Love ha recentemente vinto il concorso polacco del Mastercard OFF CAMERA Festival di Cracovia (29 aprile-8 maggio) e, dopo aver trovato un distributore internazionale, il film si appresta a fare un tour mondiale. Diretto dall'esordiente Tomasz Habowski, il film ha fatto scalpore fin dalla sua prima uscita al Polish Film Festival di Gdynia. A basso costo (è stato concepito attraverso il cosiddetto programma "microbudget" dell'Istituto Cinematografico Polacco), in bianco e nero e con un'attrice non professionista come una delle due protagoniste, ha conquistato il cuore del pubblico, della critica e della giuria, aggiudicandosi un premio importante nel concorso dedicato ai microbudget. Questo film semplicemente adorabile, che emana l'atmosfera naturale e spontanea della Nuova Wave francese, è una vera e propria gioia da guardare.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

La storia è leggermente basata su ciò che il regista ha vissuto dopo essersi trasferito a Varsavia da una piccola città. I protagonisti provengono da due mondi diversi: Robert (Tomasz Włosok) è un giovane privilegiato, il cui padre è un famoso attore. Cerca di sfondare come musicista, ma sembra che la sua vita piacevole e rilassata in città gli porti via più tempo rispetto al duro lavoro. Alicja (Justyna Święs, una cantante indie pop popolare), invece, ha un'ammirevole etica del lavoro e si impegna per arrivare a fine mese facendo la cameriera. Ha un talento incredibile sia come cantante che come autrice. Robert è ammaliato da Alicja e dal suo talento e vuole monetizzare quest'ultimo, senza rendersi conto che non tutto è sempre in vendita.

Songs About Love è una dolce storia d'amore, ovviamente, ma non convenzionale, poiché i personaggi sono connessi a due frequenze diverse: Alicja, che come una principessa in una fiaba ha una qualità speciale o un dono (si pensi alla voce di Ariel nella Sirenetta), non aspetta il suo principe azzurro. Ha un lavoro e uno scopo e non ha bisogno di un bel sognatore che la mandi in crisi. Per quanto abbia bisogno del suo lavoro e dei soldi che porta, non vuole vendere se stessa, il suo talento o la sua voce. Quindi, se il film di Habowski è davvero una storia, è più che altro un ammonimento sul capitalismo che corrode il vero talento e su come fare un accordo con tanti soldi possa essere un patto con il diavolo, cosa che si riflette anche nella carriera del padre di Robert.

Sembra qualcosa di già sentito? Probabilmente sì, ma il talento e il buon gusto di Habowski fanno in modo che tutto appaia originale. Non giudica Robert o i suoi amici hipster, ma ritrae il loro modo di vivere, passando da una festa e da un "progetto" all'altro, con il privilegio che li protegge dalle sfide più banali della vita. Se uno dei temi del film è lo scontro tra classi, è sicuramente molto poco violento.

Nel complesso, tutto in questo film è piacevolmente delicato e, semplicemente adorabile, comprese le riprese ravvicinate e intime della direttrice della fotografia Weronika Bilska (che ha girato anche My Wonderful Life [+leggi anche:
recensione
intervista: Łukasz Grzegorzek
scheda film
]
di Łukasz Grzegorzek), la colonna sonora di Kamil Holden Kryszak e le interpretazioni pacate di Tomasz Włosok e Justyna Święs e del cast di supporto (Patrycja Volny, Andrzej Grabowski e Małgorzata Bogdańska, per citarne alcuni).

Il film è stato prodotto da Marta Szarzyńska e Kinhouse Studio. Gutek Film è il distributore polacco, mentre le vendite internazionali sono gestite da Outsider Pictures.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese da Alessandro Luchetti)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy