email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

PRODUZIONE / FINANZIAMENTI Italia

Roberto Andò gira La Stranezza con Toni Servillo e Ficarra & Picone

di 

- Per la prima volta Medusa Film e Rai Cinema insieme per produrre e distribuire un progetto di Bibi Film su Luigi Pirandello firmato dal regista palermitano

Roberto Andò gira La Stranezza con Toni Servillo e Ficarra & Picone
L'attore Toni Servillo e il duo comico Ficarra & Picone

Dopo Il bambino nascosto [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Roberto Andò
scheda film
]
, presentato fuori concorso alla Mostra di Venezia 2021, il regista palermitano Roberto Andò torna sul set a febbraio per girare La stranezza (il titolo è provvisorio), protagonista Toni Servillo e il duo comico Salvo Ficarra e Valentino Picone. Nel cast anche Renato Carpentieri, Donatella Finocchiaro, Luigi Lo Cascio, Galatea Ranzi e Fausto Russo Alesi.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

A produrre il film sono Attilio De Razza e Angelo Barbagallo per Bibi Film, Tramp Limited e per la prima volta Medusa Film e Rai Cinema partecipano alla produzione e alla distribuzione (con 01) di un film, in collaborazione con Prime Video.

Andò ha firmato la sceneggiatura insieme a Massimo Gaudioso e Ugo Chiti, entrambi collaboratori storici di Matteo Garrone. La storia è ambientata nel 1920. In Sicilia per un breve soggiorno, il premio Nobel per la letteratura Luigi Pirandello (Servillo) s'imbatte in un imprevisto che lo porterà a incontrare due singolari figure di teatranti, Onofrio Principato (Ficarra) e Sebastiano Vella (Picone), due dilettanti che stanno provando con gli attori della loro filodrammatica un nuovo spettacolo. L'incontro tra il geniale autore dei "Sei personaggi in cerca d'autore" e questa scalcinata compagnia amatoriale sarà foriero di molte sorprese.

"Abbiamo sin da subito accettato con entusiasmo il progetto di Roberto Andò”, dicono Salvo Ficarra e Valentino Picone. “Un viaggio meraviglioso nel mondo di Luigi Pirandello e della fonte naturale della sua ispirazione: la Sicilia. Un'occasione unica ed irripetibile per crescere e accrescere il nostro percorso artistico incontrando due grandi maestri del cinema italiano, Roberto Andò e Toni Servillo". Servillo, che è al terzo film diretto da Andò (dopo Viva la libertà [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Roberto Andò
scheda film
]
e Le confessioni [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Roberto Andò
scheda film
]
, entrambi presentati al Festival di Karlovy Vary) sottolinea: “interpreto il ruolo complesso e affascinante di Luigi Pirandello, al servizio di una sceneggiatura che ho trovato molto interessante. Ho sempre provato molta simpatia e ammirazione per Ficarra e Picone, ed era naturale che corrispondessi alla richiesta di Roberto".

Andò, dal canto suo, parla di "intesa elettiva" con Ficarra e Picone: "Da molto tempo vagheggiavamo di fare un film insieme. Due anni fa, in pieno lockdown, ho ricevuto una loro telefonata in cui mi segnalavano che era arrivato il tempo di realizzare questo nostro sogno. Ed eccoci qui con questa fantasia intorno a Pirandello in cui la Sicilia diviene il grembo fecondo dell'immaginazione e del sogno, un luogo in cui il teatro e la vita confluiscono in un unico flusso che scorre indistinto. Insieme a loro ho coinvolto un amico prezioso, e straordinario attore, Toni Servillo, e altri grandi interpreti del nostro cinema”.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy