email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

INDUSTRIA / MERCATO Italia

TFL e Trentino Film Commission lanciano Green Film Lab

di 

- Il nuovo programma di formazione propone una serie di workshop su come produrre film in modo sostenibile ed è rivolto a produttori, capi reparto e green manager di tutta Europa

TFL e Trentino Film Commission lanciano Green Film Lab

Produrre film in modo sostenibile si può, e a mostrarlo ai professionisti dell’audiovisivo ci penserà un nuovo programma di formazione, ideato da TorinoFilmLab e Trentino Film Commission, che nasce dalla volontà di promuovere un approccio più sostenibile nell’industria audiovisiva. Il laboratorio del Museo Nazionale del Cinema e Green Film (questo il nome del progetto della FC trentina nato nel 2017 con l’intenzione di ridurre l’impatto ambientale delle produzioni audiovisive) organizzeranno, con l’ausilio di fondi regionali europei, una serie di workshop intensivi dedicati alla sostenibilità per produttori, capi reparto e green manager di tutta Europa, ognuno della durata di tre giorni che si terranno durante l’anno in diverse regioni e città europee.  

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

“Con questa iniziativa miriamo a rafforzare la consapevolezza sulle questioni ambientali e favorire un cambiamento di mentalità oltre che di abitudini nel settore cinematografico”, dichiara Domenico De Gaetano, direttore del Museo Nazionale del Cinema. Lavorando concretamente su progetti di film, i partecipanti impareranno a mettere in pratica le procedure più attuali in termini di risparmio energetico, trasporti, alloggio, vitto, scenografia, gestione e riciclo dei rifiuti e comunicazione. “Produrre in modo più rispettoso per l’ambiente – afferma Mercedes Fernandez, managing director del TorinoFilmLab – sta diventando sempre più una condizione richiesta per accedere ai fondi europei”.

Green Film Lab offre una formazione basata sul Green Film Rating System e le sue caratteristiche principali: il piano di sostenibilità e il processo di certificazione dei progetti audiovisivi in tutte le nazioni europee. “Con Green Film Lab – specifica Luca Ferrario, direttore Trentino Film Commission – vogliamo formare i produttori fornendo loro una strada che gli permetta di lavorare in maniera sostenibile, e in modo uniforme in diverse parti d'Europa, e che allo stesso tempo faccia sì che le istituzioni possano premiarli per questo impegno".

Il primo workshop di Green Film Lab si terrà a Trento dal 29 aprile al 1° maggio 2022. Le candidature possono essere inviate fino al 25 marzo 2022 (per tutte le info necessarie clicca qui). Seguiranno altri due workshop, le cui call si apriranno nei prossimi mesi: il secondo workshop si terrà dal 29 al 31 luglio a Palma di Maiorca e il terzo dal 14 al 16 ottobre a Sitges, entrambi in Spagna.

Head of Studies del programma è il produttore italiano e alumnus del TorinoFilmLab, Giovanni Pompili, che lavorerà affiancato dai tutor Sophie Cornet (Belgio), che dirige progetti per la transizione ecologica in ambito culturale dal 2010, Louise Marie Smith (Regno Unito), fondatrice e managing director di Neptune Environmental Solutions e Morgane Baudin (Francia), produttrice, trainer e consulente in tema di sostenibilità per cinema e tv.

Per maggiori informazioni, clicca qui o invia una e-mail a severine.petit@torinofilmlab.it.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Leggi anche

Privacy Policy