email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

BERLINALE 2022

La Berlinale annuncia i suoi titoli in concorso: “Mai prima d'ora abbiamo accolto così tante storie d'amore”

di 

- Registi emergenti affiancano autori affermati, tra cui Claire Denis, Ulrich Seidl e Dario Argento che presenteranno in anteprima i loro nuovi film al festival tedesco

La Berlinale annuncia i suoi titoli in concorso: “Mai prima d'ora abbiamo accolto così tante storie d'amore”
Les passagers de la nuit di Mikhaël Hers

Mariette Rissenbeek e Carlo Chatrian hanno annunciato oggi, 19 gennaio, i titoli in competizione alla Berlinale (10-20 febbraio 2022), sottolineando allo stesso tempo le sfide poste dall'ondata di Omicron. "Non è stata una decisione facile spostare il mercato [EFM] online, ma abbiamo dovuto farlo a seguito dei colloqui che abbiamo avuto con le autorità", ha osservato Rissenbeek. Il festival si svolgerà comunque in presenza, anche se in forma snella (leggi la news).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Nella competizione principale, 18 film si contenderanno l'Orso d'Oro, tutte anteprime mondiali tranne Call Jane di Phyllis Nagy, che sta per essere proiettato al Sundance. Carla Simón mostrerà Alcarràs [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Carla Simón
intervista: Giovanni Pompili
scheda film
]
, mentre Claire Denis celebrerà la sua prima volta in concorso con Avec amour et acharnement [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, protagonista Juliette Binoche. In Rimini [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Ulrich Seidl
scheda film
]
Ulrich Seidl partirà per un altro viaggio verso Sud, e in A Piece of Sky [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Michael Koch
scheda film
]
, Michael Koch affronterà la malattia che mette a dura prova una coppia. Gli altri filmmaker europei Mikhaël Hers, Isaki Lacuesta, Andreas Dresen, Ursula Meier e Nicolette Krebitz parteciperanno con i suoi nuovi film (Les Passagers de la nuit [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Mikhaël Hers
scheda film
]
, Un año, una noche [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Isaki Lacuesta
scheda film
]
, Rabiye Kurnaz vs. George W. Bush [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Andreas Dresen
scheda film
]
, La Ligne
 [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Ursula Meier
scheda film
]
e A E I O U - A Quick Alphabet of Love [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Nicolette Krebitz
scheda film
]
, rispettivamente), mentre dieci anni dopo aver vinto il festival e per la prima volta senza il fratello, Paolo Taviani mostrerà Leonora Addio [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Paolo Taviani
scheda film
]
. Peter Von Kant [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di François Ozon è stato già annunciato come film di apertura.

“Dodici registi sono già stati al festival, otto di loro erano in concorso e cinque hanno già tenuto un Orso tra le mani. I legami umani ed emotivi sono un filo conduttore. Più della metà ha scelto la famiglia come contesto dei propri racconti, e più della metà si svolge ai giorni nostri. Quasi tutti hanno ambientato le loro storie fuori dal centro città”, ha osservato Chatrian.

Mentre il festival è stato costretto a ridurre non solo il numero di giorni in cui si svolgerà, ma anche il numero di film, molti noti cineasti potranno comunque mostrare i loro ultimi lavori. Nella sezione Berlinale Special verranno mostrati al pubblico Terminal norte di Lucrecia Martel e Nest di Hlynur Palmarson, così come A German Party [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Hubertus Siegert
scheda film
]
di Simon Brückner, “un film che crediamo debba essere visto e discusso”, secondo Chatrian, oltre a This Much I Know to Be True [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Andrew Dominik, con Nick Cave. In Berlinale Special Gala, la maggior parte dei film rientreranno nel genere, che va dal fantasy al gangster movie. "Nonostante le storie drammatiche, la maggior parte di essi accoglie un po' di leggerezza", ha detto, citando titoli come Incroyable mais vrai [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Quentin Dupieux
scheda film
]
 di Quentin Dupieux e Occhiali neri [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Dario Argento, con Asia Argento.

Alcuni nomi riconoscibili saranno presenti anche nella line-up di Encounters, da Bertrand Bonello, che presenterà Coma [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Bertrand Bonello
scheda film
]
("una lettera a sua figlia e una visione del mondo in cui viviamo"), a Peter Strickland, tornato con un originale approccio sul cibo in Flux Gourmet [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Peter Strickland
scheda film
]
. In See You Friday, Robinson [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, Mitra Farahani mostrerà le discussioni tra Ebrahim Golestan e Jean-Luc Godard, quest'ultimo celebrato anche con la proiezione di Our Music [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
in Berlinale Classic e attraverso una mostra.

“La selezione di quest'anno è stata più impegnativa del solito. Ma crediamo che l'esperienza collettiva sia al centro di un festival cinematografico, o almeno al centro della Berlinale", osserva Chatrian, aggiungendo che molti film si concentrano su "come era il mondo prima, come dovrebbe e potrebbe essere”, rispondendo anche con il potere dell'immaginazione e dell'umorismo. “Mai prima d'ora abbiamo visto e accolto così tante storie d'amore. Amore folle, improbabile, inaspettato e inebriante, qualcosa che riguarda tutti gli incontri, nel profondo", ha detto.

La lista completa dei film selezionati:

Concorso

Peter Von Kant [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
- François Ozon (Francia) (film d’apertura)
Nana (Before, Now & Then) - Kamila Andini (Indonesia)
That Kind of Summer - Denis Côté (Canada)
Avec amour et acharnement [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
- Claire Denis (Francia)
Rabiye Kurnaz vs. George W. Bush [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Andreas Dresen
scheda film
]
- Andreas Dresen (Germania/Francia)
Les Passagers de la nuit [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Mikhaël Hers
scheda film
]
- Mikhaël Hers (Francia)
A Piece of Sky [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Michael Koch
scheda film
]
- Michael Koch (Svizzera/Germania)
A E I O U - A Quick Alphabet of Love [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Nicolette Krebitz
scheda film
]
- Nicolette Krebitz (Germania/Francia)
Un año, una noche [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Isaki Lacuesta
scheda film
]
- Isaki Lacuesta (Spagna/Francia)
Return to Dust - Li Ruijun (Cina)
Robe of Gems - Natalia López Gallardo (Messico/Argentina/Stati Uniti)
La Ligne [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Ursula Meier
scheda film
]
- Ursula Meier (Svizzera/Francia/Belgio)
Call Jane - Phyllis Nagy (Stati Uniti)
Everything Will Be OK [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Rithy Panh
scheda film
]
- Rithy Panh (Francia/Cambogia)
The Novelist's Film - Hong Sang-soo (Corea del Sud)
Alcarràs [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Carla Simón
intervista: Giovanni Pompili
scheda film
]
- Carla Simón (Spagna/Italia)
Rimini [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Ulrich Seidl
scheda film
]
- Ulrich Seidl (Austria/Francia/Germania)
Leonora Addio [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Paolo Taviani
scheda film
]
- Paolo Taviani (Italia)

Encounters

Sonne [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Kurdwin Ayub
scheda film
]
- Kurdwin Ayub (Austria)
Mutzenbacher
 [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Ruth Beckermann
scheda film
]
 - Ruth Beckermann (Austria)
Coma
 [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Bertrand Bonello
scheda film
]
- Bertrand Bonello (Francia)
See You Friday, Robinson [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
- Mitra Farahani (Francia/Svizzera/Iran/Libano)
Axiom [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Jöns Jönsson
scheda film
]
- Jöns Jönsson (Germania)
The Death of My Mother [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Jessica Krummacher
scheda film
]
- Jessica Krummacher (Germania)
Queens of the Qing Dynasty - Ashley McKenzie (Canada)
Small, Slow But Steady [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
- Shô Miyake (Giappone/Francia)
American Journal [+leggi anche:
recensione
intervista: Arnaud des Pallières
scheda film
]
- Arnaud des Pallières (Francia)
The City and the City [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Hristos Passalis, Syllas T…
scheda film
]
- Christos Passalis, Syllas Tzoumerkas (Grecia)
Father's Day - Kivu Ruhorahoza (Ruanda)
Unrest [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Cyril Schäublin
scheda film
]
- Cyril Schäublin (Svizzera)
A Little Love Package [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Gastón Solnicki, Angeliki …
scheda film
]
- Gastón Solnicki (Austria/Argentina)
Flux Gourmet [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Peter Strickland
scheda film
]
- Peter Strickland (Regno Unito/Stati Uniti/Ungheria)
Brother in Every Inch - Alexander Zolotukhin (Russia)

Berlinale Special Gala

Occhiali neri [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
- Dario Argento (Italia/Francia)
Gangubai Kathiawadi - Sanjay Leela Bhansali (India)
Incroyable mais vrai [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Quentin Dupieux
scheda film
]
 - Quentin Dupieux (Francia)
Against the Ice [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Peter Flinth
scheda film
]
- Peter Flinth (Islanda/Stati Uniti/Danimarca)
Good Luck To You, Leo Grande [+leggi anche:
recensione
scheda film
]
- Sophie Hyde (Regno Unito/Stati Uniti)
About Joan [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Laurent Larivière
scheda film
]
- Laurent Larivière (Francia/Germania/Irlanda)
The Outfit - Graham Moore (Stati Uniti)
The Forger [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Maggie Peren
scheda film
]
 - Maggie Peren (Germania/Lussemburgo)

Berlinale Special

A German Party [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Hubertus Siegert
scheda film
]
- Simon Brückner (Germania)
Heart of Oak [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
 - Laurent Charbonnier, Michel Seydoux (Francia)
This Much I Know To Be True [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
- Andrew Dominik (Regno Unito)
Nothing Lasts Forever - Jason Kohn (Stati Uniti)
Terminal norte - Lucrecia Martel (Argentina) (cortometraggio)
Nest - Hlynur Pálmason (Danimarca/Islanda) (cortometraggio)
1341 Frames of Love and War [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
 - Ran Tal (Israele/Regno Unito/Stati Uniti)

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy