email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL / PREMI Italia

Il Noir in Festival torna a Milano con un cocktail di cinema e letteratura

di 

- La nuova edizione del festival che coniuga letteratura e cinema noir si svolgerà dal 10 al 15 dicembre con eccellenti titoli europei e l’atteso Diabolik dei Manetti Bros

Il Noir in Festival torna a Milano con un cocktail di cinema e letteratura
Diabolik dei Manetti Bros

La nuova edizione del Noir in Festival si svolgerà a Milano dal 10 al 15 dicembre in presenza, dopo l’edizione 2020 online. “Questa 31ma edizione è tutta proiettata nel futuro con la consapevolezza della tradizione e va a comporre un cocktail che è da sempre il tratto distintivo di un festival unico nel panorama internazionale” sottolinea Giorgio Gosetti, direttore artistico con Marina Fabbri e Gianni Canova (delegato IULM).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

L’evento che coniuga letteratura e cinema noir consegnerà il Raymond Chandler Award a un autore acclamato in tutto il mondo come Guillaume Musso e metterà in evidenza il grande revival del “polar” in Francia con ospiti eccellenti come Hervé Le Corre e Franck Thilliez. Non mancheranno i campioni riconosciuti del giallo e nero italiano, dal decano Loriano Macchiavelli a Carlo Lucarelli, da Donato Carrisi a Maurizio De Giovanni e Simona Vinci.

Mai come quest’anno, cinema e letteratura noir formano un corpo unico nel programma: come nel caso di Massimo Donati che debutta come regista in concorso con Diario di spezie [+leggi anche:
intervista: Massimo Donati
scheda film
]
, dal suo romanzo, o di Donato Carrisi (L’uomo del labirinto [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
) che presenta il suo nuovo libro mentre sono in corso le riprese del suo prossimo film, Io sono labisso. Altri tre autori giocano con il legame tra libro e film: Denis Dercourt (The Teacher [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
) ha tratto dal romanzo The Killing Room di Peter May il suo Vanishing (Francia/Corea del Sud/Belgio), in concorso, mentre Lucile Hadzihalilovic con Earwig [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Lucile Hadzihalilovic
scheda film
]
(Regno Unito/Francia/Belgio) attinge all’omonimo noir di Brian Catling per un film ammaliante e criptico, Premio speciale della Giuria a San Sebastián 2021. Fabrice Du Weltz, firma un thriller cupo e mozzafiato con Inexorable [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Fabrice Du Welz
scheda film
]
(Belgio/Francia), in cui uno scrittore (Benoît Poelvoorde) alla ricerca disperata di ispirazione per dare un seguito al suo bestseller, si trasferisce con la famiglia nella villa di campagna.

In cartellone l’inquietante The Innocents [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Eskil Vogt
scheda film
]
(Norvegia/Svezia/Danimarca/Regno Unito) di Eskil Vogt, selezionato in Un Certain Regard a Cannes 2021, e il canadese Les oiseaux ivres di Ivan Grbovic, candidato all’Oscar dal suo paese. Da non mancare il Pardo d’Oro di quest’anno a Locarno Vengeance Is Mine, All Others Pay Cash [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
(Indonesia/Singapore/Germania) di Edwin e, fuori concorso, la rivelazione britannica dell’anno, la giovane Prano Bailey-Bond con il suo debutto Censor [+leggi anche:
recensione
intervista: Prano Bailey-Bond
scheda film
]
, programmato al Sundance e in Panorama della Berlinale. Sempre fuori concorso, il divertente Nimby [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
del finlandese Teemu Nikki. Completano il del fuori concorso Vesuvio di Giovanni Troilo sul vulcano che domina e minaccia l’aerea metropolitana di Napoli, e l’attesissimo Diabolik [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
dei Manetti Bros., tratto dal nerissimo fumetto creato da Angela e Luciana Giussani.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy