email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

ROMA 2021

Al femminile, internazionale e pop: il programma della 16ma Festa di Roma

di 

- La manifestazione romana schiera quest’anno 23 titoli in selezione ufficiale, 23 paesi partecipanti, 22 registe donne, 35 anteprime mondiali, 13 incontri ravvicinati, e molto altro

Al femminile, internazionale e pop: il programma della 16ma Festa di Roma
Cyrano di Joe Wright

All’insegna della qualità (“L’unica quota che consideriamo”), della commistione di cultura alta e pop, e con un’attenzione particolare al pubblico giovane di cui bisogna “riaccendere la voglia di andare al cinema”, torna anche quest’anno la Festa del Cinema di Roma, la cui 16ma edizione si svolgerà dal 14 al 24 ottobre all’Auditorium Parco della Musica e in molti altri luoghi della capitale, tra cui il Teatro dell’Opera e Palazzo Merulana. Per Antonio Monda è il settimo anno come direttore artistico e la seconda edizione sotto pandemia: “Lo scorso anno siamo riusciti a organizzare una Festa al 90% dal vivo, senza alcun contagio”, ha detto presentando ieri il programma a Roma, “il nostro obiettivo per questo anno è arrivare al 100% di eventi dal vivo”.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Il programma è ricco: 23 film e documentari nella Selezione ufficiale (in corsa per il premio del pubblico), 23 paesi partecipanti, 22 registe selezionate, 35 anteprime mondiali, 11 Eventi speciali, 13 Incontri ravvicinati, premi alla carriera a Quentin Tarantino e Tim Burton. Protagonisti degli Incontri anche Alfonso Cuarón, che parlerà dei suoi film italiani preferiti, Luca Guadagnino, che si soffermerà sulle pellicole che gli hanno cambiato la vita, Marco Bellocchio, che mostrerà in anteprima mondiale alcune sequenze della serie Esterno Notte, sul caso Moro, e i Manetti Bros. con un assaggio dell’attesissimo Diabolik [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
.

Tra i vari titoli americani selezionati (tra cui il film d’apertura The Eyes Of Tammy Faye con Jessica Chastain, C'mon C'mon con Joaquin Phoenix, Eternals del premio Oscar Chloé Zhao, che chiude la Festa in collaborazione con Alice nella Città, e poi il doc Muhammad Ali e la serie di Oliver Stone JFK Destiny Betrayed), spiccano le proposte europee Cyrano di Joe Wright, I Am Zlatan [+leggi anche:
recensione
scheda film
]
di Jens Sjögren, Les Jeunes amants [+leggi anche:
recensione
scheda film
]
di Carine Tardieu, The North Sea [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di John Andreas Andersen, A Thousand Hours di Carl Moberg, Open Arms: La legge del mare [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Marcel Barrena e Hive [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Blerta Basholli
scheda film
]
di Blerta Basholli. Dall’Italia arrivano L’Arminuta [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Giuseppe Bonito
scheda film
]
di Giuseppe Bonito e Promises [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Amanda Sthers, con Pierfrancesco Favino.

Gli Eventi speciali schierano, fra gli altri, tre serie molto attese: A casa tutti bene - La serie di Gabriele Muccino, Vita da Carlo di Carlo Verdone e Arnaldo Catinari, Strappare lungo i bordi del fumettista Zerocalcare, oltre all’ultimo film di Pierfrancesco Diliberto, in arte Pif, E noi come stronzi rimanemmo a guardare [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, e a I fratelli De Filippo [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Sergio Rubini sui figli di Edoardo Scarpetta (l’istrione a cui Martone ha dedicato Qui rido io [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Mario Martone
scheda film
]
).

Torna poi il format Duel, che vede due personalità del mondo del cinema, della cultura e dello spettacolo sfidarsi davanti al pubblico, confrontando opinioni divergenti su temi legati al cinema e ai suoi protagonisti, e poi ancora I film della nostra vita, scelti dai membri del comitato di selezione della Festa, quest’anno a tema guilty pleasures.

Omaggi (a Gigi Proietti, Monica Vitti), restauri (C’eravamo tanto amati di Ettore Scola) e retrospettive (su Arthur Penn) completano il programma, che prevede anche cinque pre-aperture, tra cui Io sono Babbo Natale [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Edoardo Falcone, con l'ultima interpretazione di Gigi Proietti.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy