email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

PRODUZIONE / FINANZIAMENTI Italia / Lussemburgo / Irlanda

La serie animata Klincus entra in produzione

di 

- Co-diretta da Ernesto Paganoni e Federico Milella, la serie, coprodotta da Italia, Lussemburgo e Irlanda, sarà composta da 26 episodi di 26 minuti ciascuno

La serie animata Klincus entra in produzione
La copertina di uno dei romanzi di Klincus Corteccia dell’autore italiano Alessandro Gatti

Klincus è l’adattamento dei romanzi per bambini dell'autore italiano Alessandro Gatti (Klincus Corteccia), pubblicati tra il 2009 e il 2013 in 10 volumi dall'editore Mondadori. In questo originale adattamento audiovisivo, lo spettatore scoprirà le avventure di Klincus che vive con i suoi nuovi amici, i piccoli abitanti di Frondosa, un villaggio costruito tra gli alberi del Bosco Grande. Il giovane eroe farà del suo meglio per difendere questo paradiso terrestre contro l'industriale Graylock che vuole distruggere la foresta per il suo arricchimento personale. Proteggendo così i Frondosiani dal pericolo, Klincus prenderà gradualmente coscienza delle proprie capacità, imparando una nuova lezione di vita alla fine di ogni episodio.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Utilizzando gli ingredienti del cinema d'avventura e della commedia (con personaggi secondari stravaganti, come uno scoiattolo parlante amante delle barzellette), la serie mira a sensibilizzare gli spettatori più giovani verso l’ecologia. Per fare questo, gli autori intendono in particolare sottolineare il parallelo tra il semplice e meraviglioso mondo di Frondosa e la vicina città di Umghard, città ultra industrializzata fiore all'occhiello della tecnologia moderna. Fuggito dal suo orfanotrofio, Klincus – un bambino di 13 anni – sarà quindi accolto da una comunità che vive in totale armonia con la natura e che fino a quel momento gli era sconosciuta.

Il produttore Mark Mertens porta avanti questo progetto da diversi anni. Di recente è entrato a far parte del team di Fabrique d’images, una società lussemburghese creata nel 2002 da Christine Parisse e Jean-Marie Musique con il proprio studio di animazione 2D-3D, Picture Factory. Sul fronte della regia, l'animatore e storyboarder Federico Milella (che ha recentemente lavorato a Bayala – A Magical Adventure [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
e la serie Ziggy & the Zoo Tram) collabora con Ernesto Paganoni, animatore bergamasco, autore per la RAI di diversi episodi della serie animata Yo Yo. Anche docente all'Istituto Europeo di Design di Milano, Paganoni ha collaborato al design degli effetti speciali di Dracula 3D [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Dario Argento (2012).

Per quanto riguarda la messa in scena, i co-registi intendono sfruttare al meglio le prospettive offerte dallo spazio 3D, "per evidenziare le profondità della scena, attraverso focali audaci, inquadrature da diverse angolazioni e altezze, evitando composizioni orizzontali scialbe o rigorose". L'animazione dei personaggi, e in particolare i movimenti dei corpi, seguirà un approccio realistico nonostante il carattere meraviglioso del racconto.

A fornire il 68% del budget complessivo (stimato in €750.000) sono gli italiani di Showlab (Alfio Bastiancich), che partecipano come coproduttori di maggioranza. Il progetto è montato con il Lussemburgo (24%, tramite Fabrique d’images; il Film Fund Luxembourg ha appena concesso un contributo di €1.500.000) e in collaborazione con l'Irlanda, il cui contributo è attualmente dell'8% tramite la società Telegael (Paul Cummins). Sul versante della diffusione, RAI (Italia), ZDF (Germania) e RTL (Lussemburgo) sono della partita, mentre la distribuzione mondiale sarà affidata a ZDF Enterprises. E in effetti, tutto fa pensare che questa serie fantastica alla Gulliver e Arthur e il popolo dei Minimei, abbia un forte potenziale internazionale. Il rilascio è previsto per la fine del 2022.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy