email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

VENEZIA 2018 Orizzonti

Sulla mia pelle di Alessio Cremonini film d’apertura di Orizzonti

di 

- La sezione competitiva della Mostra dedicata alle nuove tendenze del cinema mondiale si aprirà con il film sul caso Stefano Cucchi, con Alessandro Borghi. 19 i film selezionati

Sulla mia pelle di Alessio Cremonini film d’apertura di Orizzonti
Sulla mia pelle di Alessio Cremonini

“Un film molto speciale, supportato da un’interpretazione incredibile”. Così il direttore Alberto Barbera ha introdotto, oggi alla presentazione a Roma della Selezione ufficiale della Mostra di Venezia, il film d’apertura della sezione Orizzonti, il “secondo concorso” del festival la cui ricchissima 75a edizione si svolgerà dal 29 agosto all’8 settembre prossimi (leggi la news). Si tratta di Sulla mia pelle [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
 di Alessio Cremonini, sul caso Stefano Cucchi, dove il trentenne romano morto nell’ottobre 2009 in circostanze misteriose, mentre era in custodia cautelare nel carcere di Regina Coeli, avrà il volto di Alessandro Borghi.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Diciannove in tutto i film della sezione dedicata alle nuove tendenze del cinema mondiale, che saranno valutati da una giuria presieduta dalla regista greca Athina Tsangari e composta dal regista americano Michael Almereyda, l’attrice iraniana Fatemeh Motamed-Aria, il critico cinematografico francese Frédéric Bonnaud, lo sceneggiatore egiziano Mohamed Hefzy, la regista canadese Alison Mclean e il regista italiano Andrea Pallaoro. Tra i titoli selezionati, altri due film italiani, entrambe opere prime: Un giorno all’improvviso [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
 di Ciro D’Emilio, “un piccolo film che rischia di passare inosservato ma che, come Manuel [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
 l’anno scorso, potrebbe diventare un piccolo caso. Da non sottovalutare”, assicura Barbera; e La Profezia dell’armadillo [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
 di Emanuele Scaringi, dalla graphic novel del fumettista Michele Rech, in arte Zerocalcare.

Dalla Francia arrivano i debutti di Mikhaël Hers (Amanda [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Mikhaël Hers
scheda film
]
) e di Sarah Marx (L’Enkas [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Sarah Marx
scheda film
]
). Il resto della selezione spazia in tutto il mondo, ma con una diffusa partecipazione europea: tra gli altri, La noche de 12 años [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Álvaro Brechner
scheda film
]
, terzo lungometraggio dell’uruguayano Álvaro Brechner (una coproduzione Spagna/Argentina/Francia), l’opera prima autobiografica Deslembro [+leggi anche:
recensione
scheda film
]
 di Flavia Castro (Brasile/Francia/Qatar) e il titolo kazako coprodotto da Polonia e Norvegia The River [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Emir Baigazin
scheda film
]
 di Emir Baigazin. Si segnalano inoltre l’israeliano Stripped [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Yaron Shani
scheda film
]
 di Yaron Shani (coprodotto dalla Germania), primo capitolo di una trilogia che svela, secondo Barbera, “un grande talento registico”, e il terzo film dell’autore palestinese Sameh ZoabiTel Aviv on Fire [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Sameh Zoabi
scheda film
]
, una commedia satirica sui conflitti culturali tra israeliani e palestinesi, coprodotta da Lussemburgo, Francia, Israele e Belgio.

I film della selezione Orizzonti 2018:

Sulla mia pelle [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
 - Alessio Cremonini (Italia) (film d’apertura)
Manta Ray [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
 - Phuttiphong Aroonpheng (Thailandia/Francia/Cina)
Soni - Ivan Ayr (India)
The River [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Emir Baigazin
scheda film
]
 - Emir Baigazin (Kazakistan/Polonia/Norvegia)
La noche de 12 años [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Álvaro Brechner
scheda film
]
 - Álvaro Brechner (Spagna/Argentina/Francia)
Deslembro [+leggi anche:
recensione
scheda film
]
 - Flavia Castro (Brasile/Francia/Qatar)
The Announcement [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Mahmut Fazıl Coşkun
scheda film
]
 - Mahmut Fazil Coşkun (Turchia/Bulgaria)
Un giorno all’improvviso [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
 - Ciro D’Emilio (Italia)
Charlie Says - Mary Harron (Stati Uniti)
Amanda [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Mikhaël Hers
scheda film
]
 - Mikhaël Hers (Francia)
The Day I Lost My Shadow [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Soudade Kaadan
scheda film
]
 - Soudade Kaadan (Siria/Libano/Francia/Qatar)
L’Enkas [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Sarah Marx
scheda film
]
 - Sarah Marx (Francia)
The Man Who Surprised Everyone [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
 - Natasha MerkulovaAleksey Chupov (Russia/Estonia/Francia)
Memories of My Body - Garin Nugroho (Indonesia/Australia)
As I Lay Dying - Mostafa Sayyari (Iran)
La Profezia dell’armadillo [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
 - Emanuele Scaringi (Italia)
Stripped [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Yaron Shani
scheda film
]
 - Yaron Shani (Israele/Germania)
Jinpa - Pema Tseden (Cina)
Tel Aviv on Fire [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Sameh Zoabi
scheda film
]
 - Sameh Zoabi (Lussemburgo/Francia/Israele/Belgio)

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy