email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

Industria / Mercato - Europa

Rapporto industria: Tendenze del mercato

DETECt – Detecting Transcultural Identity in European Popular Crime Narratives

di 

Per il fascino universale delle loro strutture narrative, i gialli europei hanno dimostrato di possedere un potenziale enorme, ma ancora poco sfruttato, di circolare a livello transnazionale

DETECt – Detecting Transcultural Identity in European Popular Crime Narratives

DETECt – Detecting Transcultural Identity in European Popular Crime Narratives è un progetto finanziato da Horizon 2020 dell’Unione Europea e coordinato dall’Università di Bologna con un comitato formato da quattro istituzioni accademiche (University of Aalborg, Link Campus University, University of Limoges, German Film and Television Academy Berlin), con partner industriali come TV2, Miso Film, Visit Aarhus e Bibliothèque des Littératures policières, a cui hanno partecipato numerose università (Umeà, Debrecen, Aarhus, Paris Nanterre, Bucharest, Ioannina, Queen’s University of Belfast, Freie Universität Berlin e altre).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

In tre anni, il progetto DETECt ha offerto a studiosi e studenti dell’SSH (Social Science and Humanities), professionisti del settore creativo e dei media, responsabili politici e cittadini molte opportunità per apprezzare ed esaminare criticamente il modo in cui le narrative “crime” nella fiction, film e televisione vengono prodotte, distribuite e consumate in tutto il continente, offrendo una rappresentazione coinvolgente e critica della diversità sociale, etnica, di genere e culturale che caratterizza la società europea contemporanea.

Attraverso conferenze, pubblicazioni accademiche e divulgative, un sondaggio online, conferenze pubbliche, una mostra, proiezioni di film, un'app turistica, un concorso di sceneggiatura e una varietà di testi, video, corsi ed eventi online, tra cui un MOOC sulle narrazioni criminali europee, le attività e i risultati di DETECt hanno dimostrato a migliaia di persone in più di 10 paesi perché la cultura popolare è una potente risorsa per connettere i cittadini europei e favorire la loro comprensione reciproca.

Il progetto ha esaminato esempi di fiction, film e fiction televisive dal 1989 ad oggi, per scoprire come le strategie di coproduzione, serializzazione, traduzione, adattamento, distribuzione e altro ancora, abbiano influenzato la diffusione transnazionale della cultura popolare europea. La ricerca ha indagato anche come le rappresentazioni di identità di genere, etniche e di classe influenzino la capacità delle narrazioni europee di migrare al di fuori del loro luogo di origine e di essere appropriati altrove in modi diversi e variegati.

Per merito del fascino universale delle loro strutture narrative, i gialli europei, sia sulla carta che sullo schermo, hanno dimostrato di possedere un potenziale enorme, ma probabilmente ancora poco sfruttato, di circolare a livello transnazionale, sia all'interno che all'esterno del continente. Allo stesso tempo, il mercato televisivo europeo è ancora largamente egemonizzato dalle produzioni statunitensi. La frammentazione linguistica dell'Europa rimane un ostacolo fondamentale all'espansione del consumo sia infra-UE che extra-UE dei programmi audiovisivi europei.

Le piattaforme VoD supportano e promuovono la creazione e la diffusione di produzioni originali RML (Regional or Minority Languages). Le discussioni attuali in materia di RML tendono a ignorare il potenziale delle piattaforme VoD. Lo studio delle produzioni audiovisive di RML rivela importanti lacune di conoscenza nella ricerca sul pubblico di RML. Al di là delle RML, tutti i media prodotti in lingue diverse dall'inglese competono sui mercati internazionali. Sono necessarie strategie per rafforzare il sostegno alla traduzione multilingue di prodotti multimediali.

In questo documento, vengono esaminati i risultati della ricerca condotto su narrazioni specificamente crime al fine di estrarre alcune conclusioni di interesse più generale e una serie di raccomandazioni politiche. La ricerca prova a rispondere alla seguente domanda: come può l'UE sostenere la crescita e l'espansione delle culture e tradizioni narrative contemporanee - come, ma non solo, il campo delle narrazioni sul crimine - in modi che favoriscano lo sviluppo delle economie locali e la circolazione transnazionale dei loro prodotti culturali? Come può l'UE intervenire in una tendenza esistente di transculturazione cosmopolita, per sostenere la produzione e la circolazione transnazionale di prodotti mediatici locali che esprimono valori sia locali che translocali?

Scarica il riepilogo completo deirisultati principali del progetto DETECt

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy